Giochi d’acqua e d’aria al Lido di Stresa


Stresa Lido colorata insieme 2

Il Lido di Stresa, come testimoniano le tantissime immagini, sopravisse molti anni alle terme arsenicali. Una passerella di legno per l’approdo dei natanti si sporgeva nel lago e terminava con una pagoda rotonda su palafitte, che ospitava il ristorante. Al Lido era attraccata La Chiocciola di Carlo Emanuele Basile. C’erano poi la spiaggia, la piattaforma per l’elioterapia con la piscina galleggiante, un trampolino altissimo, uno scivolo d’acqua e lo scalo per idrovolanti, dove Forlanini fece le sue prime prove. Accadde anche una sciagura: una turista francese morì colpita da un pattino durante l’atterraggio di un idrovolante. Non mancavano i campi da tennis, le strutture per gli sport all’aria aperta, i corsi di canoa, le gare di pesca e di tiro a segno. Ancora nel 1954 il Lido di Stresa era citato nella guida Villeggiature delle Prealpi e dei laghi prealpini, come adatto al canottaggio, gare di nuoto, scuola di sci nautico e regate. Il Lido non c’è più, ma le molte cartoline, sia in bianco e nero, che colorate,  ci raccontano com’era, in questo diaporama. Basta cliccare sulla prima immagine per far partire lo slide-show.

 

 

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://archiviodelverbanocusioossola.com/2014/10/07/giochi-dacqua-e-daria-al-lido-di-stresa/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: