Un bicchiere di ‘merican ai Cantinitt »

La valle del Riale nei giorni successivi all’alluvione del 1900. Da venerdì 24 a domenica 26 agosto la pioggia cadde senza sosta e il fiume uscì dagli argini spazzando via il mulino del Cantunet. Gli abitanti di Anzola fuggirono sulle montagne e la piena riempì le case di fango e sassi. Un bambino che dormiva nella culla, vicino al fuoco, fu trascinato via e ritrovato morto dopo qualche giorn , nella roggia. La pioggia si fermò il 27, dopo che la statua di Sant’Antonio che era nella sua nicchia in chiesa fu portata attraverso il paese, fino al ponte in legno di Megolo distrutto. ll ponte fu ricostruito di solida pietra, ma il 24 Settembre del 1924 il Riale capriccioso cambiò letto verso sinistra, dove prima erano prati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...