In viaggio sul Simplon Orient Express § 2


Simplon Sempione treno Orient Express 1950 LIFE Photo Jack Birns 1950 chillon montreux

Foto di Jack Birns – LIFE magazine, 11 Settembre 1950

Il testo è tratto dal sito Retours di Arjan De Boer ed è stato liberamente tradotto in italiano da Paola Vozza

Nel 1950 il fotografo americano Jack Birns viaggiò sul Simplon Orient Express da Londra a Istanbul, incaricato dal settimanale LIFE. Nel numero in edicola l’11 Settembre fu pubblicato il servizio col titolo Life rides the Simplon-Orient Express. Europe’s most famous train has lost its luxury but kept its air of intrigue (LIFE viaggia sul Simplon-Orient Express. Il più famoso treno europeo ha perso il suo fasto, ma conserva la sua atmosfera di mistero).

Per facilitare la lettura l’articolo è stato diviso in quattro parti: Da Londra a Parigi, Dalla Svizzera all’Italia attraverso il tunnel del Sempione, l’Italia, e per ultimo, l’arrivo a Milano.

Separatore piccolo

Nella stazione di Losanna Jack Birns fece una foto al poster disegnato nel 1947 da Walter Spinner. Pubblicizzava il Simplon Orient Express come il più diretto e pittoresco servizio ferroviario internazionale. La Svizzera e la linea del Sempione erano enfatizzate da una linea rossa abbastanza sproporzionata

Nella stazione di Losanna Jack Birns fece una foto al poster disegnato nel 1947 da Walter Spinner, dove il Simplon Orient Express era definito il più diretto e pittoresco servizio ferroviario internazionale

La Svizzera era il terzo paese, dopo Inghilterra e Francia, in cui entrò il fotografo Jack Birns di LIFE, mentre viaggiava sul Simplon Orient Express. Dopo il confine, il tragitto proseguì sul Lago di Ginevra e nella Valle del Rodano. Birns fotografò il castello di Chillon con una locomotiva elettrica sulla Linea del Sempione, come è chiamata tutta la linea ferroviaria che va dal confine francese al nord Italia. Lui e il suo compare Roy Rowan erano in umore vacanziero e fecero molte escursioni.

Birns ad Evionnaz, nella Svizzera francese

Birns ad Evionnaz, nella Svizzera francese, armato di cavalletto, macchina fotografica e pipa. Jack era elegante, con giacca, cravatta e impermeabile

Uno chalet dedicato alla pastorella Heidi, protagonista del fortunato romanzo di Joanna Spyri. La costruzione è finta, perché all'interno nasconde armi a difesa del confine elvetico

Uno chalet dedicato alla pastorella Heidi, protagonista del fortunato romanzo di Joanna Spyri. La costruzione è finta, perché all’interno nasconde armi a difesa della nazione Svizzera. Su tutto il confine svizzero vi sono simili falsi edifici simili, utili in caso di attacco nemico

Come ex corrispondente di guerra, Birns era interessato ai sistemi di difesa svizzera e fotografò le barriere di cemento anti carro armato a Chillon e nella valle del Reno, presso Evionnaz. Questi oggetti sono chiamati denti di drago o Toblerones perché somigliano all’omonima barretta di cioccolato svizzero.

Buffet at sion Station

Il bar della stazione di Sion nel Vallese

La stazione ferroviaria di Sion era stata costruita nel 1873 quando la linea occidentale del Sempione era ancora in costruzione. Dopo l’inaugurazione del tunnel nel 1906, divenne una stazione internazionale dove si poteva prendere il treno per Milano e oltre.

Simplon Sempione treno Orient Express 1950 LIFE Jack Birns Briga

Uno sguardo nella carrozza ristorante attraverso la finestra tonda della porta

Briga era l’unico territorio attraversato dal Simplon Orient Express dove si parlava tedesco. La piccola cittadina alpina si trasformò in un centro ferroviario internazionale con la creazione delle linea del Sempione nel 1906.

Simplon Sempione treno Orient Express 1950 LIFE Brig Station, 1950 PhotoJack Birns

Paseggeri in partenza alla stazione di Briga

Simplon Sempione treno Orient Express 1950 LIFE Briga Station, 1950 Photo Jack Birns

Il Simplon Orient Express sul binario 2

Simplon Sempione treno Orient Express 1950 LIFE Jack Birns, Briga 3

Una bambina alla stazione di Briga consegna titubante i suoi preziosi averi al controllore

Le armi dei membri dell'esercito svizzero

Le armi dei membri dell’esercito svizzero sono appoggiate ad un muto in attesa dei militare. Sulla parete un manifesto pubblicitario di Bellinzona

Il 10 Maggio 1906 furono inaugurate sia il tunnel che la stazione di Briga alla presenza del re d’Italia Vittorio Emanuele III e del Presidente della Federazione Svizzera Ludwig Forrer.

Simplon Sempione treno Orient Express 1950 LIFE Briga Imbocco galleria

Il tunnel del Sempione, da cui prende il nome il Simplon Orient Express, era allora la galleria ferroviaria più lunga del mondo

La targa commemorativa a ricordo della costruzione del tunnel alla stazione di Briga

La targa commemorativa a ricordo della costruzione del tunnel alla stazione di Briga

Subito dopo Briga il treno si infila nel tunnel del Sempione che con i suoi quasi 20 chilometri era allora la più estesa galleria ferroviaria del mondo. Lo scavo iniziò nel 1898 e fu completato nel 1905. Migliaia di lavoratori italiani lavorarono alla costruzione e 67 di loro morirono. Il tunnel fu elettrificato poco dopo la sua apertura e nel 1921 una seconda galleria parallela fu attivata.

Passo del Sempione Birns and Rowan at the Simplon Pass

Birns e Rowan sul Passo del Sempione

Jack Birns e il suo collega non solo entrarono con il treno nel tunnel del Sempione, ma fecero anche un giro in macchina sull’0monimo Passo. Questo importante valico tra Svizzera e Italia è lungo più di 42 chilometri e il suo punto più elevato è di 2005 metri.

Jack Birns era attratto dalla carrozza svizzera e dal vetturino Edouard Theiler, che fotografò. Sei mesi dopo tornò per fare un nuovo reportage sulla posta del Sempione. Poco tempo fu essa fu rimpiazzata dal tipico autobus giallo

Jack Birns era attratto dalla carrozza svizzera e dal vetturino Edouard Theiler. Sei mesi dopo tornò per fare un nuovo reportage sulla posta del Sempione che, poco tempo, fu rimpiazzata dal tipico autobus giallo

Fino al 1951, una diligenza o una slitta viaggiava sul Passo del Sempione da Novembre a Giugno per trasportare passeggeri, posta e derrate ai villaggi del passo. La differenza con il treno nel tunnel del Sempione era enorme: un percorso di 20 minuti contro 10 ore su un passo innevato. Birns trovò che la diligenza fosse un soggetto molto interessante e tornò a Gondo dopo sei mesi per dedicargli un reportage che uscì sul LIFE del 29 Gennaio 1951. Per leggere la terza parte dedicata all’Italia cliccare qui.

Separatore piccolo

Per facilitare la lettura l’articolo è stato diviso in quattro parti: Da Londra a Parigi, Dalla Svizzera all’Italia attraverso il tunnel del Sempione, l’Italia, e per ultimo, l’arrivo a Milano.

In apertura: un treno elettrificato passa davanti al Castello di Chillon sul Lago di Ginevra. Foto di Jack Birns/LIFE Magazine.

Annunci
Published in: on 28 febbraio 2016 at 19:23  Lascia un commento  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://archiviodelverbanocusioossola.com/2016/02/28/in-viaggio-sul-simplon-orient-express-2/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: