Le auto del Lago Maggiore


Breve storia della Züst, una pionieristica fabbrica verbanese

Zust Automobile Fabbrica Milano Lago Maggiore Austista Bosco

Tra Intra e Ghiffa, alla foce del torrente Selasca, operava fin dal 1850 una fabbrica metalmeccanica, la Güller&Croff. Nel ‘78 vi subentrò l’ingegnere svizzero Roberto Züst, che aveva sposato Elisa, la figlia del proprietario. Portò grandi cambiamenti: ampliò e migliorò la fonderia e perfezionò le macchine, dando vita il 30 Giugno del 1888 assieme al cognato Oscar, alla Güller&Züst con capitale di 160.000 lire.

Archivio Iconografico del Verbano Cusio Ossola Zust auto Lago Maggiore Zust stabilimento dal lago.jpg

Lo stabilimento Züst sul Lago Maggiore era situato alla foce del torrente Selasca

archivio-iconografico-del-verbano-cusio-ossola-zust-auto-lago-maggiore-zustguller-lettera

Una busta con intestazione della Güller&Züst di Intra. Da Ebay

Roberto morì nel 1897 e lasciò tutto ai figli maschi: Roberto, Arturo Melchiorre, Bruno, Otto Augusto, e Silvio Corrado. Nelle officine di Intra, che si estendevano per 20.000 metri con 200 operai, si lavoravano ghisa, bronzo e alluminio.

archivio-iconografico-del-verbano-cusio-ossola-zust-auto-lago-maggiore-zust-interno

Scorcio dell’interno della fabbrica Züst

archivio-iconografico-del-verbano-cusio-ossola-zust-auto-lago-maggiore-zust-auto-con-signore

Una scarrozzata in famiglia sulla Züst. Il limite di velocità era assicurato dal carico di dame, signori e quadrupede. ©Archivio Enzo Azzoni, Pallanza

Venivano prodotte turbine, macchine a vapore e per la lavorazione del metallo e del legno, prese idrauliche per filati. Intorno al 1900 uscirono i primi prototipi di automobili.

archivio-iconografico-del-verbano-cusio-ossola-zust-auto-lago-maggiore-6roberto-zust-figlio-nel-1908

Roberto Züst jr alla guida di una vettura prodotta nella sua fabbrica

Un curatissimo interno di un'auto Züst. Le vetture erano anche conosciute come le

Un curatissimo interno di un’auto Züst. Le vetture erano anche conosciute come le “Mercedes Italiane” ©National Automotive History Collection, Detroit Public Library

Il 26 Marzo del 1905 i fratelli fondarono a Milano, in via Bergognone, nuovi reparti per le auto e spazi per gli uffici aziendali. A Intra restò la produzione di macchine utensili e fusioni di parti che venivano poi montate a Milano.

archivio-iconografico-del-verbano-cusio-ossola-zust-auto-lago-maggiore

Le macchine pronte per la vendita

Due passeggeri su un'auto Zust

Due passeggeri su un’auto Züst ©National Automotive History Collection, Lazarnick Collection, Detroit Public Library

Roberto jr. fu descritto sulla stampa del tempo come “il primo ingegnere e costruttore meccanico che si sia dato in Italia all’automobilismo … Freddo e severo, aveva saputo distinguere che cosa occorreva al nuovo ordigno per diventare una vera e bella macchina … Non partecipò né a corse né a vicende avventurose, si tenne estraneo alla speculazione, continuò a costruire in silenzio, a vedere negli automobili delle macchine non dei talismani miracolosi”.

Archivio Iconografico del Verbano Cusio Ossola Zust auto Lago Maggiore 6 Lorenzo Ginori Lisci 10 HP a dx Roberto Zust.jpg

Il marchese fiorentino Lorenzo Ginori Lisci, industriale della porcellana di Doccia, e Roberto Züst sulla 10HP, foto da Wikipedia

Archivio Iconografico del Verbano Cusio Ossola Zust auto Lago Maggiore Gita in montagna in basso a dx timbro a secco R. Zust capofila gb de lornazi portatore chiude la file R. Zust archivio GB copia 2.jpg

Una gita in montagna con il poeta e medico intrese G.B. De Lorenzi, primo a destra con l’ombrello, due portatori e Roberto Züst. ©Collezione G.B. Finocchiaro De Lorenzi

Le prime vetture prodotte furono la Tipo 1906 28/45 e la 40/50. Grandi e costose, di classe superiore, con interni lussuosi, furono definite le “Mercedes italiane” e per questo erano le vetture preferite da nobili e reali.

zust-at-suffern

Automobilisti in posa su una Züst a Suffern, nello stato di New York. ©Nathan Lazarnick, National Automotive History Collection, Lazarnick Collection, Detroit Public Library

Autista in una macchina Zust

Autista in un’elegante macchina Züst © Foto di National Automotive History Collection, Lazarnick Collection, Detroit Public Library

View of driver racing Zust car no. 15 on track during 1908 Brighton Beach races in New York. Handwritten on back:

Una Züst con il numero 15 corre veloce sul percorso della gara Brighton Beach, nel 1908 ©National Automotive History Collection, Lazarnick Collection, Detroit Public Library

View of motorists in cars lined up in road during the 1910 Montauk Point Reliability Run. Zust and Buick cars in foreground. Sponsored by the Motor Contest Association, the two-day endurance run, also known as the

Un’auto Züst impegnata nella gara “Montauk Light or Bust” che si tenne a Long Island nel 1910. Dietro è visibile una Buick ©National Automotive History Collection, Lazarnick Collection, Detroit Public Library

Le auto parteciparono alla Targa Florio e a diverse gare negli Stati Uniti, dove erano vendute da un agente. Nel 1906 fu fondata la Brixia-Züst a Brescia per la produzione di auto più leggere ed economiche.

archivio-iconografico-del-verbano-cusio-ossola-zust-auto-lago-maggiore-4-la-zust-in-mostra-nel-1906

Una macchina Züst in mostra ad una fiera automobilistica

Nel 1908, l’auto 28/45HP Züst N. 127 a quattro cilindri partecipò alla folle gara New York – Parigi, un rally di 35.000 km, quasi tutto su strade terribili e primitive. I concorrenti, di sei nazioni, dovevano attraversare l’America del Nord fino allo stretto di Bering, passare nel deserto siberiano e da lì raggiungere Parigi. La gara, conosciuta come la “gara più lunga del mondo”, era sponsorizzata dal quotidiano francese “Le Matin”.

nypartenza2

La 28/45HP parte da Times Square per la gara New York-Parigi il 12 Febbraio 1908. ©Library of Congress

L’equipaggio era formato dall’ingegnere e pilota Giulio Sirtori, 26 anni, e da Heinrich Haaga, meccanico 22 anni. Il terzo uomo era Antonio Scarfoglio, 21 anni, figlio di Edoardo Scarfoglio e di Matilde Serao, fondatori del “Mattino” di Napoli, il periodico che pubblicò le cronache italiane dell’ardua impresa. L’epica gara partì il 12 Febbraio da Times Square acclamata da 50.000 persone: la Züst fu conosciuta in tutto il mondo. L’auto arrivò a Parigi dopo sette mesi di faticosissime peripezie e si classificò terza, dopo l’americana Thomas Flyer, che vinse, e la tedesca Proton.

archivio-iconografico-del-verbano-cusio-ossola-zust-auto-lago-maggiore-zust-camion-nel-cortile

I camion per l’esercito italiano in Libia, allineati nella fabbrica di Milano in via Bergognone

Nel periodo della guerra di Libia, la fabbrica si dedicò alla produzione di camion per l’esercito italiano, cui affiancò degli autobus. Concepì poi una nuova sfida: i motori per l’aviazione, ma la concorrenza scatenata dalla Fiat impose infine ai fratelli una netta decisione.

archivio-iconografico-del-verbano-cusio-ossola-zust-auto-lago-maggiore-zust-autocarro-copia

Una foto della Ditta Rasimelli & Coletti, datata 1917, mostra la grande capienza di un camion Züst ©Archivio Paolo Tosi. La stessa foto è presente nella collezione di immagini della Biblioteca Pietro Ceretti di Intra, come mi è stato gentilmente segnalato da GB Finocchiaro De Lorenzi

Il 1° Ottobre del 1917 la Züst fu ceduta alla OM. La Ing. Züst Officine Meccaniche e Fonderie continuò ancora per pochi anni la sua attività nella sede di Milano. Adesso, l’area della ex fabbrica è occupata dall’Hotel Residence Züst. Almeno il nome è rimasto.

Archivio Iconografico del Verbano Cusio Ossola Zust auto Lago Maggiore Zust pubblicità.jpg

Una vecchia pubblicità della fabbrica Züst. Da Ebay

Separatore piccolo

In apertura una foto pubblicitaria americana dell’auto Züst in un bosco ©National Automotive History Collection, Lazarnick Collection, Detroit Public Library. Si ringrazia Giorgio Vozza per la correzione della bozza e i preziosi suggerimenti. Le immagini nell’articolo sono tratte da ricerche in rete; Wikimedia Commons; Library of Congress, Detroit Public Library; Archivio Enzo Azzoni, Pallanza; Archivio Paolo Tosi; Archivio G.B. Finocchiaro De Lorenzi e dalla ricerca di Giuseppe Nicolini per il gruppo Verbania Antiche Immagini.

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://archiviodelverbanocusioossola.com/2016/10/24/le-auto-del-lago-maggiore/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: